Mer. 20 Settembre 2017
NOTIZIENOTIZIE

10/02/2016 -

Parte in maniera molto tiepida, la prima serata del Festival di Sanremo. Incredibilmente impacciato è apparso l’attesissimo Gabriel Garko, il quale non sembra sentirsi a proprio agio nelle vesti di “valletto” con il compito di fare da co-presentatore. Più spigliata, invece, è stata Virginia Raffaele che ha imitato per tutta la serata Sabrina Ferilli, divertendo il pubblico con le sue battute. Anche l’attrice rumena Madalina Ghenea, ha saputo superare con successo un primo momento di emozione che non l’ha inibita nel suo lavoro. E poi il solito Carlo Conti, il quale alla vigilia aveva preannunciato che da quest’anno avrebbe voluto la collaborazione effettiva di presentazione da parte del trio Ghenea, Garko e Raffaele, ma che in realtà ci è sembrato che lui, e solo lui, sia rimasto a condurre in maniera classica la kermesse canora. Detto questo, passiamo ai primi dieci big in gara. 
Questa è stata la classifica provvisoria. Nelle prime sei posizioni troviamo gli Stadio, Enrico Ruggeri, Lorenzo Fragola, Rocco Hunt, Arisa, Giovanni Caccamo e Deborah Iurato. Nelle ultime quattro posizioni, invece, troviamo Irene Fornaciari, Noemi, i Bluvertigo e i Dear Jack. 
Naturalmente, queste posizioni sono ancora provvisorie. Tuttavia, anche in funzione della qualità del brano, ci sembra che Irene Fornaciari con il suo brano “Blu” non sia stata valutata con la necessaria attenzione. Il testo della canzone, infatti, fa riferimento agli sbarchi nel Mediterraneo e alla tragedia delle morti dei profughi e, soprattutto, di tanti bambini annegati. Un tema molto sentito, quello dei migranti e della disperazione dei genitori che non possono dare ai propri figli la certezza di una vita tranquilla. C’è tanta amarezza su questo tema che investe il mondo contemporaneo, ma nel testo di Irene Fornaciari c’è tanta speranza. Comunque, vedremo se nelle prossime serate la figlia di Zucchero saprà rimontare la classifica. Per il resto, la prima serata ha regalato la presenza di ospiti importanti, quali Laura Pausini, Elton John (la sua è stata una presenza importante sotto il profilo artistico, che però ha alimentato le polemiche sulle unioni civili) e Aldo, Giovanni e Giacomo. Ottimi sono stati i risultati di ascoltato con uno share superiore a quello del 2015. Infatti, sono stati 11 milioni e 134 mila i video ascoltatori di Rai1, con uno share del 49,48 per cento. Raggiante di soddisfazione è stato il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, il quale aspira a un’escalation di ascoltatori per le prossime serate. Ottimo anche l’esordio del “Dopofestival” in onda dalle 24,45 all’1,55, con 2 milioni e 97 mila spettatori e uno share del 40,15 per cento. Sono davvero dati importanti che, a partire dalle prossime serate, lasciano prevedere un più alto numero di risultati. E’ proprio vero che “Sanremo è sempre Sanremo”, una kermesse musicale che crea polemiche, canzoni e curiosità senza fine.

Salvino Cavallaro
  • ad un amico
   Seguici su Facebook

La tua Pubblicità Qui!

Tel. 0933
Fax 0933
e-mail :


Cell.

Info